Tag

, , , , , , ,

Sotto tele di ragno sei sepolta,
tu che di già lucesti così forte,
ricordo ormai soltanto d’ombra e morte,
una stanza che vuole muri e volta.

Altro non sei che una rosa non colta,
memoria di struggenza e notti corte,
un campo di battaglia e mille porte,
una scelta mai presa, mai accolta.

Viva, ordunque, nei sogni d’illusione,
non più ch’effimera ombra del passato,
poco più vera d’un bacio mai dato,
mancante di sostanza, erma, visione.

Tu ch’eri realtà e corpo e alma pura,
non sei che rimembranza e forma oscura.

Annunci