Tag

, , ,

Alzi la mano chi ha sentito parlare di Tetrafusion, Jeff Pianki, River Crombie, Man From The South, Real Friends o Cora Mclachlan. Pochissimi, immagino, seppure ce ne sia qualcuno.
Sono tutti musicisti e, aggiungerei, molto bravi. Non passano in radio, né fanno megaconcerti negli stadi o nei vari Palavattelapesca, ma sono, ripeto, molto bravi.
Durante i miei frequenti (e lunghi) pellegrinaggi sul web mi sono, di recente, imbattuto nel sito Bandcamp.com.
Questo è una sorta di mediastore online in cui è possibile, per artisti e virtuosi della musica, pubblicare e, di conseguenza, vendere le proprie produzioni.
Il sito è suddiviso per tag (categorie) e c’è dentro davvero il mondo intero, che vi piaccia il jazz o il rock indie o progressivo, la musica classica o i canti gregoriani, passando per il pop e le vocalizzazioni del troath singing. Di tutto.
È possibile, inoltre, ricecare gli artisti per paese o città di appartenenza.
Infine, c’è la possibilità di acquistare un album in versione mp3 (o altri formati elettronici), in versione cd e c’è addirittura chi offre la versione LP!

La cosa che, però, mi ha incuriosito di più (e che trovo geniale) è che gli artisti non stabiliscono un prezzo di vendita ma il prezzo minimo di vendita.
Molti non fissano una valore determinato, per cui selezionando il classico Buy now! e indicando come valore 0 (zero) è possibile scaricare l’album scelto gratuitamente (vale, ovviamente, solo per la versione mp3).

Trovo che sia un modo decisamente onesto e giusto di presentarsi al pubblico e, in più, si ha il totale controllo sulla distribuzione del proprio lavoro. Molto meglio che affidarsi a case discografiche (anche se si rinuncia ad una rete di distribuzione).

Annunci