Tag

, , , , , , , , , ,

S’io fossi tant’audace e poderoso
scrivere un plazer maraviglia sarìa
ed il mio Escotatz! udirsi porrìa
pr’amor d’intonar un canto amoroso.

Ed onne gran domna et omo glorioso
sì tanto d’orecchio attento si farìa
ch’udrebbe null’altra voce se non mia,
desta a decantar l’Amore virtuoso.

Quan’ verso l’alba l’andare mi tocca
per altra contrada che non sia vostra,
e scorre altra vita che non sia nostra,
non stian che motti allegri sulla bocca.

Amar vuol esser, più ch’aver dimora,
vivere un sogno in due, dolce Signora.

Annunci