Tag

, , , , ,

Esili stanno petali di rosa,
aperti alla tiepida brezza,
e danza la corolla che par corona
spargendo d’intorno fragranze divine.

S’accosta l’occhio all’armonia,
cromatica poesia e canto sensuale,
e la mano s’accinge, lenta e delicata,
a carezzar ventagli di seta rosata.

Quant’è dolce al tatto la rosa,
quant’alla vista è maraviglia,
riempie le nari d’effluvi celesti,
mentre danza tra morbidi venti.

Serran le dita il gracile fiore,
laddove lo stelo fa il suo ingresso,
e tengo nel mio caldo palmo
il destino d’una vita tremante.

Dolce adrenalina mi pare allora,
il livido icore che tosto trasuda,
tra indice e medio, melma rosata,
nettare il potere di vita o morte.

Osservo rapito l’agonia,
chiara consapevolezza,
che luce, gioia e bellezza,
s’inchinan ad una volontà: la mia.

Annunci