Tag

,

Percorro ormai sentieri assai infidi
lontano d’ogni focolar d’affetto
folle la mente, atterito già aspetto
l’esito estremo, che morte m’arridi.

Per converso, rimembro ciò che vidi
tenendolo d’innanzi, avanti al petto
ché per esso il viaggiare sia perfetto
onde raggiunger l’ultimo de’ lidi.

Non restan che sorrisi inesistenti
a colui che fu prodigo nel dare
se stesso, diventando eterno mare
di lacrime e dolor, ferite e stenti.

A triste verità è destinato
colui che mai ha avuto e solo ha dato.

Annunci