Tag

Negli attimi densi della solitudine
cambia la visione di tutte le cose,
perché si fa forte l’intimo contatto
con se stessi, e allora esitando dubiti.
Ho forse fallito? Ho fatto abbastanza?
Non sono mai stato coerente e costante?
Sempre perfettibile sembra ogni passato
pensiero, sia espresso, sia sordo, sia muto.
Ma indietro non torna il tempo trascorso
a viver d’intenti; “ma”, “forse” e “se solo”
non rendono vero quel che è impossibile,
come ricordare chi mai s’è veduto.

Annunci