Tag

Arriva un certo punto della vita
in cui ti fermi e guardi al tuo passato
a quello che hai causato, ogni ferita,
ad ogni voce oppur consiglio dato
e allora tu comprendi che vivendo
quei i doni che la sorte t’ha donato
li hai spesi e sperperati supponendo
di esser più di quello che il destino
voleva che tu fossi, e pur ridendo.
Hai sempre ben pensato che per primo
ci fossi tu, e solo tu soltanto
che quello che dicevi fosse vino,
e gli altri solo aceto posto accanto
dannavi le parole e i loro gesti
qual fossi la misura d’ogni vanto
ed elargivi a tutti solo resti.
Poi, fermo su quel ciglio tentatore
ricordi le parole che spendesti
le volte che provasti quell’orrore
che sì trasforma il mondo in un inferno
da render la pariglia al Salvatore.
Inizia allor per te quel lungo inverno
che tiene fino all’ultima dell’ore.

Annunci