Tag

, , ,

A volte resta in bocca quell’amaro
che troppo spesso porta alla follia
quel burrascoso maelstrom senza un faro
che rende ottuso il senso e il sangue ghiaccio.

Rollii di tempesta al triste varo
i versi della lugubre poesia
che spinge lentamente l’uomo ignaro
in dentro al mondo privo di magia.

Oggi resta il futuro del passato
– so quel che so perché so di saperlo –
senza mistero alcuno o strano nesso

mi sfugge cos’ho fatto di sbagliato
io che volevo salvo il mondo intero
non fo’ che sparger pezzi di me stesso.

Annunci