Tag

, , ,

Amico mio, che formi quelle giovani
spighe, speranze pel futuro mondo,
nell’isola che fu granaio a Roma,
o tu, che hai lasciato il Regisole
per il Beltrame,
prestatemi soccorso.

Quando il bello s’infrange su ragione
e il giusto si scompone nel desio
cosa può mai tentare quei che ha perso,
cui il sentire ha già preso ogni fortezza
finanche quella
di cui non abbisogna?

Stanco e spogliato d’ogni umano affetto
sono il cigno che muore senza canto
e crocefisso sulla via del dunque
per la salvezza dell’umane genti
sospiro d’essere
un hapax assoluto.

Non mi fu mai insegnato quel segreto
che rende umano
spezzarsi con grazia.

Annunci