Tag

, , , ,

Un giorno un gran signore venne a Roma
un immigrato poco clandestino,
perché un elefante dà nell’occhio,
specie in mezzo alla neve, e fu così
che la Grazia del Dio si stabilì,
con gli amici, che insieme si sta meglio.

C’era Annone, Carthalo e Maarbale,
e pure i suoi fratelli egli portò,
colui che il Dio aiuta era il secondo
e il terzo era colui che il Dio mandò,
e altri ancora che qui non ricordo,
erano in troppi per farne ogni nome.

Girò per lo stivale in comitiva,
da nord a sud sballandosi di Canne,
ma sempre stando attento a non strafare,
perché, come ben sai, il troppo stroppia,
e lui aveva imparato dal Rosso,
sì, quel gran fanfarone in gonnellino.

Quindici anni passò nel meridione
per poi tornare a casa stanco morto,
si sa che lavorare fuori è duro,
e lì, sorpresa, trovò un vecchio amico
con tutti i suoi amici l’attendeva
per giocarsi il Mondiale a Margarona.

Annunci