Tag

, , , , , , ,

Generazione di costituzioni,
incubi e rivoluzioni,
fuggono nei campi di lavoro,
moderne corporazioni,
per un futuro mostruoso.
L’esodo ha inizio,
ma non per me condannato, dimenticato.
Generazione di rivoluzioni mancate.
Chiedo perdono per essere nato
una vita prova l’essere degno d’esistere?
Allunga la mano, Sally, perdendo te stessa.
Generazione rovinata,
gioventù senescente,
nati stanchi e vecchi, troppo vecchi.
I felici sono pochi e inarrivabili.
Saranno felici davvero?
Antico dramma, la sufficienza del denaro,
tragedia in nuce la penuria di tutto.

Generazione di morte e rovina,
d’incubi e noia, scintilla l’apparenza e dietro il nulla.

Annunci