Tag

, , , , , , , ,

Chi ha bisogno di spiegare il proprio pensiero più di una volta si trova davanti un ignorante o un interlocutore prevenuto. L’interlocutore prevenuto (da ora in poi IP) è convinto della bontà delle proprie idee e, pertanto, nessuno potrà fargliele cambiare.
A seguire alcune caratteristiche di un IP.

La fede dell’IP
L’IP difende la propria fede con ogni mezzo, negando di averne una perché identifica “fede” con “religione”.
L’IP combatte ogni fanatismo col proprio.
L’IP ha una forte capacità dubitativa nei confronti di chi non è d’accordo con lui.
L’IP è uno strenuo sostenitore del libero arbitrio.

I dogmi dell’IP
“Ognuno è libero di esprimere la sua opinione”, anche se non sa nulla dell’argomento.
“La tua opinione vale quanto la mia”, anche quando stiamo parlando di fisica quantistica e tu sei un fisico mentre lui è laureato in scienze politiche.
“Ognuno ha il diritto di sapere tutto di tutti.”
“Se tanti ripetono la stessa cosa allora è vera.”

La fonte dell’IP
L’IP si documenta da un’unica fonte.
L’IP accetterà sempre e soltanto fonti che corroborano la sua versione mentre tenterà di ridicolizzare le altre, per quanto autorevoli possano essere.
L’IP parla di un qualiasi argomento citando altri, solitamente senza verificarne l’attendibilità.

Metodologia critica dell’IP
L’IP critica la tua posizione con la frase “Non ci arrivi”.
L’IP, quando termina i suoi argomenti, solitamente alla terza frase, tenta disperatamente e con ogni mezzo di sviare il discorso su altro, provando a inserire nuovi fattori (sui quali si sente più informato) nella discussione. Se confutato anche su quelli ricomincerà a sviare.
L’IP generalizza quando si parla di un caso particolare e tira in ballo casi particolari quandi si parla del generale.
L’IP non riconosce validità alle regole stabilite.
L’IP critica il metodo, indipendentemente dall’argomento.
L’IP ha sempre l’ultima parola.

Terminologia IP
L’IP esordirà quasi sempre con “è risaputo che…” o “lo sanno tutti che…”.
L’IP digitale presenterà le prove delle sue parole usando la frase “questo video/post/link spiega tutto”
L’IP inizia un intervento con “Premetto che non sono un esperto di X” ma poi parlerà di X per ore ed ore.
L’IP giustifica la sua posizione ingiustificabile anteponendo la frase “Premetto che non sono razzista/credente/di destra/di sinistra/ecc.” al suo intervento.
L’IP rincorrerà all’insulto e alle offese come prima risorsa se contrastato.

Annunci