Tag

, , , , , , ,

Svegliarsi la mattina dopo il voto e ritrovarsi in una situazione che, per un verso, era prevedibile (ancora una volta dalle urne non è emerso un governo) e, per un altro, è spaventosa.

Non mi sorprende il fatto che i due partiti più votati siano stati quelli dalle promesse facili e irrealizzabili, no. Parlo del come ha funzionato la mente dell’elettore che per loro ha votato.

Entrambi i partiti si sono concentrati, negli scorsi cinque anni di campagna elettorale, nel far sentire gli italiani vittime. Vittime dello Stato, vittime dell’Europa, vittime della vita. É facile convincere qualcuno che non se la passa bene. E gli italiani non se la passano affatto bene, questo è un dato di fatto. Tuttavia, trovo che sia reprimevole utilizzare il malessere della popolazione per i propri scopi personali.

Quando diventerà evidente che nessuno dei loro elettori otterrà quello che gli è stato promesso, sarà interessante osservarne la reazione. Adesso la casta sono loro. Adesso staranno loro sulla graticola. E quando Salvini non riuscirà a diminuire il numero di immigranti, perché non ci riuscirà, sarà lui a essere sotto il mirino. E non credo proprio che sarà in grado di reggere. I bulli non lo sono mai.

E quando il m5s non riuscirà a realizzare nessuna delle sue promesse, perché non se lo potrà economicamente permettere, succederà quello che è successo a Roma, Torino e Livorno: la gente strepiterà, si sentirà stupida, si pentirà e assisterà al declino tra piagnistei e lamentele.

Per non parlare delle promesse di uscita dall’UE, di protezionismo, del prima gli italiani e di tutti gli altri discorsi improntati a un razzismo ben poco velato (la “razza bianca”, per esempio). Cose che farebbero inorridire chiunque, sono state salutate come soluzioni da elettori che hanno allegramente spento il cervello e che oggi hanno stampato in faccia un sorriso ebete.

Benché io speri che tutto vada per il meglio, chiunque ha votato per quei due partiti è responsabile, colpevole e complice dei disastri che accadranno. E spero vivamente che il senso di colpa per quello che hanno fatto li faccia vivere malissimo, perché vorrebbe dire che non sono oltre ogni speranza.

Annunci