Due parole su di me

So bene che conoscere qualcuno è virtualmente impossibile, ma farò del mio meglio.

Sono tedesco per nascita e l’altra metà è calabrese. Entrambe le cose mi riempiono d’orgoglio e determinano molto di quello che sono. Sono figlio di emigranti, perché mio padre si spostò in Germania per lavorare, e perché mia madre lasciò la Germania per vivere con mio padre in Calabria, e sono emigrante a mia volta, perché nel 2009mi sono trasferito a Milano (per la precisione a Rogoredo, e sono più che felice di questa sistemazione). La mia alienazione dalla società, il mio vivere un’esistenza solitaria e con pochi contatti deriverà forse da questo… chissà.
Tuttavia sono più che soddisfatto della mia vita. E’ piena di tutto ciò che mi fa stare bene.

E non è affatto detto che debba per sempre rimanere uguale.

Sono un poeta, perché chiunque scrive poesie è un poeta.
Quanto all’essere un bravo poeta, beh, quello non lo decido io.
Non scrivo da molto tempo, ho iniziato nel 2009, ma ho tentato sia i versi che la prosa.
Credo che l’importante sia muovere qualcosa in chi mi legge, fosse anche solo una piccola, minuscola riflessione.
Di preferenza tratto temi legati alla scoperta di se stessi, al viaggio interiore che, credo, tutti debbano compiere, per conoscersi e per conoscere. Non che sia il più facile dei sentieri, chiaro, ma ce la si può fare. Basta essere onesti con se stessi.

Sono un tradizionalista per quanto riguarda la scrittura, e le mie poesie sono in massima parte scritte in metrica e nelle forme fisse della poesia tradizionale italiana. Credo fortemente che solo l’equilibrio tra la forma e il contenuto creino una poesia degna di tale nome. Odio profondamente chiunque dica “Siamo nel 2015, quindi la metrica è morta”, perché questa frase significa chiaramente che la persona in questione non capisce nulla di poesia né di scrittura.

In questo luogo etereo raccolgo i miei lavori (o parte di essi) e le mie riflessioni che riguardano in massima parte i rapporti tra gli individui in quanto tali.

L’idea che sta dietro a Strinature di saggezza è abbastanza banale: avevo tre blog diversi, uno per genere, ed ho voluto riunirli in uno solo. Una questione di organizzazione, insomma.
Il nome del blog è evidente: solo se ti bruci diventi saggio.

Chiudo con quello che è il mio motto:

Non puoi essere più di quello che sei, ma non devi essere meno.

3 risposte a “Due parole su di me”

  1. Ciao! Ho nominato il tuo blog in questo post https://dellabru.wordpress.com/2016/02/03/tag-perche-e-nato-il-blog/ spero ti faccia piacere! 🙂

  2. Rieccomi! Volevo segnalarti che ho pubblicato un nuovo post: https://wwayne.wordpress.com/2016/09/03/io-e-valeria/. Spero che ti piaccia! 🙂

Commenta pure, se ti va, ma ricorda: la banalità è un insulto.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...